Conoscienza - Master in Comunicazione delle Scienze - Università degli Studi di Padova
Articoli > Fisica e Chimica

Soluzioni comunicative alla mostra "Il Futuro di Galileo"
di Cristina Rigutto, 19/05/2009

Il Futuro di Galileo non è una semplice mostra, ma un’esperienza dinamica che coinvolge e avvolge il visitatore/esploratore. I manufatti esposti, unici elementi di fissità, sono i punti fermi attorno ai quali si sviluppa la narrazione degli sviluppi della scienza da Galileo ad oggi.

Il Futuro di Galileo non è una semplice mostra, ma un’esperienza dinamica che coinvolge e avvolge il visitatore/esploratore. I manufatti esposti, unici elementi di fissità, sono i punti fermi attorno ai quali si sviluppa la narrazione degli sviluppi della scienza da Galileo ad oggi. Galileo sfoglia il libro della natura attraverso il cannocchiale, e il cannocchiale, sala dopo sala, racconta la storia. Moto, vuoto, luce, cosmo, nanotecnologie, vengono rivelati dagli oggetti, dai testi multimediali, dagli apparati sperimentali.

 Schermi digitali racchiudono didascalie, filmati e diapositive, rompendo la piattezza delle tradizionali descrizioni su pannello. Il video, strumento familiare, trasmette informazioni di base ed approfondimenti, rendendoli allettanti con immagini e animazioni. Ma il visitatore viene coinvolto direttamente: con la pressione di un pulsante si azionano le macchine e si sperimentano la caduta dei gravi egli effetti del vuoto. L’esperimento appena compiuto è simulato e spiegato su un monitor.

Il visitatore ha un  ruolo attivo nella visita, può  capire, scoprire da sé i concetti.  La ricchezza degli strumenti  permette un’assimilazione spontanea dell’informazione. La diversità dei sistemi informativi rende la mostra accessibile a un  pubblico vario, per età e per cultura. La facilità e la varietà delle chiavi di lettura, anche senza audio guida, ne fanno una mostra particolarmente fruibile per i non udenti. Le sale permettono libertà di movimento, i contenuti possono essere goduti senza la costrizione di itinerari prestabiliti: è l’esposizione stessa a orientare l’ospite, ad accompagnarlo.

futurogalileo2.jpg

Il visitatore viene guidato dalla narrazione espositiva, lungo un  percorso breve e coinvolgente, che si snoda attraverso ambienti che si aprono l’uno sull’altro, naturalmente. Ogni sezione è scandita solo dalla sequenza cronologica: l’uniformità dello stile espositivo conferisce l’idea di continuità.

Il colore scuro dei tramezzi evoca lo spazio; il materiale elastico  dei pannelli vibra al tatto, creando onde che si espandono sulla parete, evocando la curvatura dello spazio tempo. In ogni sala, gli strumenti scientifici esposti catturano l’attenzione con la loro centralità; l’allestimento li esalta; le luci danno morbidezza a legno e metalli. La semplicità espositiva celebra l’opera d’arte: l’astrolabio di Arsenius, pezzo unico al mondo; il canocchiale di Campani, lungo otto metri; l’unico microscopio esistente al mondo firmato da Divini, concorrente di Campani.

futurogalileo1.jpg

I libri: Astronomicum, Sidereus Nuncius, sono tutti prime edizioni. I manoscritti galileiani, esposti in originale, emozionano, ma il visitatore non è più costretto alla sola osservazione passiva; i testi interamente digitalizzati, sono sfogliabili virtualmente, sfiorando lo schermo con le dita.

La musica seicentesca di sottofondo, accompagna il visitatore nell’osservazione della natura, del cielo, dello spazio. Sala dopo sala, attraverso spazio e tempo si giunge all’uscita, passando davanti all’ultimo monito di  Galileo: “La natura, signor mio, si burla delle costruzioni dei principi, degli imperatori, dei monarchi, a richiesta dei quali ella non muterebbe un iota delle leggi e statuti suoi.”

Cristina Rigutto è una studentessa del master - anno 2009

 

IL FUTURO DI GALILEO

Centro Culturale Altinate
Via Altinate, 71
Padova

Call center: tel 049 2010010
Fax: 049 2010021

www.ilfuturodigalileo.it

Apertura

28 febbraio - 14 giugno 2009: ore 9.00 - 19.00
Chiuso: lunedì non festivi

Biglietti

Intero € 8,00 - Ridotto € 5,00 - Ridotto speciale € 3,00.





Torna alla categoria Fisica e Chimica

ARCHIVIO ARTICOLI
arrow Politica della ricerca - Dibattiti
arrow Astrofisica e Cosmologia
arrow Biologia e Medicina
arrow Fisica e Chimica
arrow Matematica
arrow Terra e Ambiente
arrow Teconologie
arrow Scuola e didattica
arrow Storia e filosofia della Scienza
arrow Comunicazione della Scienza
arrow
Appuntamenti a Padova
all'Università di Padova convegno del master convegno nazionale al San Gaetano 150 anni di evoluzione mostra a Padova
Scienza a Padova
Recensioni
dialogo a distanza con Woody Allen di Angelo Guerraggio e Vito Paoloni di Dava Sobel dialogo di Marco Alloni con Margherita Hack di Michael Frayn
Università di Padova
Notizie Brevi
40 anni fa a Padova uno dei pochi centri europei specializzati scoperto da un gruppo di ricercatori norvegesi un nuovo gigante che scruterà il cielo a Padova
Parole della Scienza
moderne e tradizionali organismi geneticamente modificati e il morbo della "mucca pazza" e le sue mille virtù riempie il cosmo