Conoscienza - Master in Comunicazione delle Scienze - Università degli Studi di Padova
Protagonisti della Scienza > Stephen Hawking
19/05/2009
Stephen Hawking

(Oxford, 8 gennaio 1942 - )

hawking.jpg

Stephen William Hawking (Oxford, 8 gennaio 1942) è considerato uno dei maggiori fisici teorici viventi. Benché da bambino non fosse uno studente eccezionale, a soli vent’anni ha ottenuto la laurea in fisica presso l’università di Oxford. Presto però, assecondando il suo interesse legato alla teoria, si è trasferito all’Università di Cambridge per intraprendere gli studi d’astronomia e cosmologia teoriche. Dopo il conseguimento del dottorato (1965), Hawking ha continuato a lavorare a Cambridge, dove è stato nominato Lucasian Professor of Mathematics (1979), occupando fino a oggi la cattedra appartenuta a Newton.

Dall’arrivo a Cambridge, Hawking ha manifestato i sintomi della sclerosi amiotrofica laterale. Costretto da anni su una sedia a rotelle, comunica tramite una tastiera e un sintetizzatore vocale. Tuttavia, la malattia non gli ha impedito di meritare numerosi riconoscimenti per i suoi contributi alla cosmologia e alla gravità quantistica.

In particolare, il lavoro di Hawking si è incentrato sulla natura della gravità e sul tentativo di unificare questa forza con le altre forze fondamentali dell’universo. Studiando i buchi neri, è giunto a importanti conferme della teoria del Big Bang sull’origine del cosmo. La sua teoria sull’evaporazione dei buchi neri, inoltre, è considerata con attenzione dalla comunità scientifica, poiché tratteggia la prima teoria completa che cerca d’integrare relatività con meccanica quantistica.

Accanto all’attività accademica, Hawking ha sempre creduto che la sua opera dovesse diventare accessibile a un pubblico non specialistico. Perciò ha scritto una serie di libri divulgativi, tra i quali “A Brief History of Time” (1988), “Black Holes and Baby Universes” (1993) e “The Universe in a Nutshell” (2001), divenuti molto popolari e tradotti anche in italiano. Di recente, ha pubblicato con la figlia Lucy un’opera scientifica rivolta ai bambini.

Hawking però è noto al grande pubblico anche perché non si è sottratto agli schermi televisivi. Per esempio, è apparso in versione animata in numerose puntate della serie The Simpsons, e in un episodio di Star Trek dove interpreta se stesso e gioca a carte con Newton ed Einstein. Ma soprattutto, nel 2007 Hawking ha compiuto il suo primo viaggio a gravità-zero per incoraggiare l’interesse pubblico verso lo spazio, dove crede che si svolgerà il futuro dell’umanità.

(stefano corsi - studente del master 2009)

 

ARCHIVIO ARTICOLI
arrow Politica della ricerca - Dibattiti
arrow Astrofisica e Cosmologia
arrow Biologia e Medicina
arrow Fisica e Chimica
arrow Matematica
arrow Terra e Ambiente
arrow Teconologie
arrow Scuola e didattica
arrow Storia e filosofia della Scienza
arrow Comunicazione della Scienza
arrow
Appuntamenti a Padova
all'Università di Padova convegno del master convegno nazionale al San Gaetano 150 anni di evoluzione mostra a Padova
Scienza a Padova
Recensioni
dialogo a distanza con Woody Allen di Angelo Guerraggio e Vito Paoloni di Dava Sobel dialogo di Marco Alloni con Margherita Hack di Michael Frayn
Università di Padova
Notizie Brevi
40 anni fa a Padova uno dei pochi centri europei specializzati scoperto da un gruppo di ricercatori norvegesi un nuovo gigante che scruterà il cielo a Padova
Parole della Scienza
moderne e tradizionali organismi geneticamente modificati e il morbo della "mucca pazza" e le sue mille virtù riempie il cosmo